Caraibi, Seychelles, Mauritius, Maldive …. É possibile organizzare una vacanza in una meta tropicale, di quelle che tutti sognano, senza spendere una follia?


La risposta è… sì!

Tra le diverse mete, la più abbordabile probabilmente sono i Caraibi; alcune isole, come Cuba o Repubblica Dominicana, vengono proposte con pacchetti all-inclusive e voli diretti dall’Italia, e quindi si possono trovare anche come offerta lastminute e con prezzi accettabili, ma se a viaggiare dovesse essere un’intera famiglia? e poi nei costi dei pacchetti da agenzia ci sono sempre da aggiungere le tasse, l’adeguamento carburante, l’iscrizione al club.. e chi più ne ha più ne metta…

Se vogliamo parlare dell’Oceano Indiano, poi, cioè le isole Seychelles, le Maldive o Mauritius, i prezzi salgono proprio alle stelle: sembra che le vacanze in queste isole siano retaggio di un turismo d’elite per pochi privilegiati. …ebbene… la notizia è questa: non è così!!

Organizzando il viaggio da soli, combinando una buona offerta di volo, meglio se prenotata con anticipo, con il soggiorno in piccoli hotel, guesthouse o appartamenti, si può costruire una vacanza su misura spendendo spesso veramente poco.

Primo esempio: Mauritius.

mauritius-residence

Mauritius residence a Mont Choisy

Ho visitato Mauritius a dicembre 2006 (e ci sono tornata anche a novembre 2016), era Natale e quindi altissima stagione turistica. Grazie al sito di Homelidays.it ho trovato una villetta in affitto per due settimane al prezzo di 700 euro. Questi costi comprendevano tutte le spese, più l’accompagnamento da/per l’aeroporto, le pulizie in casa ecc. La villetta era molto graziosa, a due piani, in un residence con piscina e con 5 posti letto, adatto quindi per una famiglia (noi eravamo solo in due, quindi siamo stati larghi). Sul posto abbiamo noleggiato una macchina per girare l’isola, facevamo la spesa nei supermercati ben forniti perchè avevamo a disposizione una cucina, e quando ne avevamo voglia andavamo al ristorante: con 5-10 euro a testa si mangiava un piatto unico a base di carne e riso con una bevanda, molto economico quindi. Il volo Air France, con scalo a Parigi, è stato un pò lungo, il volo diretto con AirMauritius sarebbe stato più comodo perchè diretto senza scali dall’Italia, ma ci sarebbe costato molto di più.

In sostanza, la nostra vacanza di 2 settimane a Natale a Mauritius, tutto compreso, ci è costata 1500 euro a testa: giudicate voi.

Per trovare un casa-vacanza in affitto a Mauritius si può consultare Homelidays, oppure altri siti di affitti tra privati, come per esempio Homeaway, che per l’isola di Mauritius propone ben 904 soluzioni d’alloggio a partire da 60 euro a notte. Un’altra opportunità è data da alcune piccole strutture alberghiere di charme oppure più semplici, ma comunque sempre a prezzi più che ragionevoli.

Leggi il racconto del mio viaggio a Mauritius >>

Secondo esempio: Seychelles.

Sono stata alle Seychelles nel giugno 2010, ed il viaggio, sempre per due settimane e tutto compreso, ci è costato di più, circa 2500 euro a testa. Ma questo soltanto perchè abbiamo volutamente soggiornato in appartamenti e guesthouse di media-alta categoria, spendendo sui 150 euro a notte. Desideravamo un alloggio in riva al mare e che fosse di un confort superiore. Volendo, si trovavano guesthouse carine, magari un poco più lontane dalla spiaggia, anche spendendo la metà.

Per trovare un buon alloggio alle Seychelles è sufficiente consultare il sito ufficiale del turismo: ci sono gli indirizzi di tutte le strutture accreditate, hotel, guesthouse, appartamenti. Scrivete una mail e chiedete la disponibilità, e poi prendete accordi per prenotare; con la signora proprietaria di Villa Creole a La Digue ci siamo persino parlati per telefono, è tutto abbastanza semplice. I voli diretti dall’Italia con AirSeychelles non ci sono più, si può volare con Etihad Airways da Milano o Roma, facendo scalo ad Abu Dhabi, con Emirates da Bologna, Milano, Roma e Venezia facendo scalo a Dubai, oppure con Air France via Parigi o Amsterdam. Per questo viaggio abbiamo prenotato tutto all’ultimo minuto, quindi abbiamo dovuto optare per il volo con scalo (vedi articolo Volare alle Seychelles) che ci è costato intorno ai 670 euro a testa, difficile trovare cifre più basse di questa.

Per sapere qualcosa di più sulla mia vacanza alle Seychelles, leggi il racconto di viaggio >>

Terzo esempio: Bahamas.

Bungalow al Palm Bay beach club ad Exuma, Bahamas

Alzi la mano chi a sentire la parola Bahamas non gli vengono in mente yacht di lusso e vacanze milionarie. Ebbene sì, è vero, se ve lo potete permettere, alle Bahamas è possibile fare una vacanza di questo genere, ma si tratta di una destinazione accessibile anche a chi ha un budget normale, che comprenda il costo di un volo intercontinentale con 1 o 2 scali, e l’alloggio in un bungalow, in un appartamento o in una guesthouse.

Nel giugno 2012 abbiamo soggiornato in un bungalow sulla spiaggia all’ Hideaways Palm Bay Ceach club, sull’isola di Exuma, una delle “out islands”, le isole meno turistiche dell’arcipelago, lontana dal lusso di Nassau, ma dove il mare è di una bellezza strepitosa, come nel resto dell’arcipelago. Quindi, se il vostro obiettivo è quello di fare una vacanza in un contesto naturale splendido senza spendere una follia, dirigetevi verso il sito di Homeaway e cercate un bungalow, un appartamento o una casa in affitto sull’isola, come abbiamo fatto noi.

Quello che abbiamo trovato noi era un colorato e confortevole bungalow a due passi dalla spiaggia, adatto per 4 persone, con aria condizionata, cucina, veranda e due bagni; in più c’era una piccola piscina privata e unella struttura uno snack-bar. Ci è costata 160 dollari a notte in solo pernottamento, 80 dollari a testa, ma se fossimo stati in 4.. sarebbero stati 40 dollari a testa al giorno; vi sembra tanto per una vacanza alle Bahamas?

Se il vostro budget però è più limitato potete cercare presso una guesthouse, che vi affitterà una camera con bagno, a volte anche con uso cucina. Su Tripadvisor potete leggere alcune recensioni interessanti.

Per saperne di più leggi il mio diario di viaggio >>

Quarto esempio: Maldive.

Premetto che alle Maldive non sono mai stata, però mi sono documentata sull’argomento (non si sa mai.. :-)). A parte le offerte di viaggio lastminute, esistono anche altre alternative per fare una vacanza alle Maldive senza spendere una follia, anzi facendo un’esperienza anche un pò diversa dal solito.

Provate a consultare Maldivealternative, e scoprirete che esistono soluzioni diverse di vacanza: una piccola isola di pescatori si è organizzata per offrire ospitalità ai turisti, in questo tipo di soggiorno è possibile venire in contatto con la popolazione maldiviana, e non solo stare chiusi dentro ad un resort assieme agli altri vacanzieri. A Thinadhoo è possibile soggiornare alla guesthouse Barabaru, gestita da italo-maldiviani. Consultate anche Maldivepertutti, e potrete comporre il vostro viaggio unendo volo aereo e struttura scelta, compresi i maggiori resort, ma con una maggiore flessibilità. Io penso che, quando mi deciderò a visitare anche le Maldive, sicuramente lo farò tramite una di queste strutture.

Cosa c’è di più bello che andare dall’altra parte del mondo e venire accolti di persona da qualcuno che vi aspetta, non dico come se foste a casa vostra, ma sicuramente più calorosamente che in un anonimo megavillaggio da 500 stanze… e magari avendo speso anche la metà… meditate gente meditate!