Sono appena tornata dal mio terzo viaggio a Mauritius durante il quale sono stata all’Isola dei Cervi per la seconda volta, la prima era stata 13 anni fa.

Che cos’è l’Isola dei Cervi? si tratta di una piccola isoletta al largo della costa est di Mauritius, raggiungibile in pochi minuti di taxiboat dalla località di Trou d’Eau Douce.

Infatti se io dico “Mauritius” a voi cosa viene in mente? molto probabilmente proprio l’Isola dei Cervi. Si chiama così perchè un tempo era abitata dai cervi selvatici, cosa che ovviamente oggi nemmeno più l’ombra.

L’Isola dei Cervi viene pubblicizzata come un paradiso in terra e come la località più bella e famosa di Mauritius.

Ma la domanda è: sarà veramente così?
isola dei cervi
La laguna nel 2006

Quando ci sono stata nel 2006 mi ricordo che c’era abbastanza gente, ma oltre a ció soltanto un barettino presso il molo per le imbarcazioni, e già c’era il Golf Club ad occupare il centro dell’isola. Allontanandosi dal jetty non c’era più nessuno e si poteva godere della bellezza dell’isola in solitudine.

Com’è oggi l’Isola dei Cervi?

Uno sconforto, ragazzi, io non la riconoscevo neanche più. Mi sono guardata in giro e mi sono detta: ma dove sono sbarcata??

Decine di imbarcazioni, musica a tutto volume, due ristoranti, negozi di cianfrusaglie turistiche, venditori di tutto un po’, un bar sempre con musica a palla, e senza parlare ovviamente del Golf Club che occupa sempre tutta la parte centrale dell’isola.

jetty isola dei cervi
Le decine di imbarcazioni che affollano il jetty dell’Isola dei Cervi

Per fortuna allontanandosi dal jetty ed incamminandosi lungo le spiagge ad est ancora in gran parte si ritrova la bellezza di un tempo, ma s’incontrano comunque alcune file di ombrelloni ed un ristorante a bordo spiaggia che prima non c’erano, ma per fortuna non disturbano troppo il paesaggio. Peró appena arrivati è uno shock.

Oltre a tutto ció, a dicembre 2019, cos’abbiamo trovato? proprio sulla laguna che si forma sullo stretto canale che separa l’isola dall’isolotto vicino, formando le tanto fotografate lingue di sabbia dell’Isola dei Cervi, c’erano dei lavori in corso.

Sissignore, questo è dove abbiamo pranzato al ristorante del Golf Club – era il giorno del mio compleanno e dopo il bagno e la passeggiata pensavamo a qualcosa di speciale. Ma purtroppo la vista proprio speciale non era: ruspe e camion. Tanti auguri Mafalda! hahahah 🙂

La favolosa “vista” dal ristorante del Golf Club dove abbiamo pranzato

Anche alcune recensioni comparse recentemente su Tripadvisor documentano la situazione molto bene, ma purtroppo io le ho lette troppo tardi:

Questo utente di Tripadvisor illustra bene la situazione

Visitare l’Isola dei Cervi, quindi, sì o no?

I lavori in corso prima o poi finiranno (da quel che ho capito stanno allargando il canale che altrimenti rischia di insabbiarsi), e non saranno più di disturbo. Ma tutti gli altri fattori che ho citato rimangono e sono tutti buoni motivi per NON venire all’Isola dei Cervi. Riassumiamoli così:

  • Prezzi spropositati e pessimo servizio: sull’Isola dei Cervi i prezzi sono assurdi e tutto è a pagamento, anche le sdraio in spiaggia, che io pensavo fossero gratuite perchè immaginavo che i 25 euro a testa pagati per il passaggio in barca costituissero come una specie di tassa d’ingresso all’isola. E invece no, sono gratuiti solo i servizi igienici e le docce (tra l’altro tenuti male), tutto il resto è a pagamento sull’isola.
  • In confronto ai prezzi in generale di Mauritius per esempio per mangiare bene al ristorante, qua mettete in conto di spendere più del doppio del normale. Oltretutto con un servizio pessimo e lentissimo, prima che ci portassero da mangiare abbiamo aspettato un’ora e senza che ci fossero molto clienti (ripeto, cosa che non succede assolutamente da nessun’altra parte a Mauritius). Questo al ristorante Sands Grill.
  • Il costo (sempre spropositato) del taxiboat: noi abbiamo speso 25 euro (1000 rupie mauriziane) a testa per un passaggio in motoscafo veloce della durata di 10 minuti. Ho cercato il Ferry pubblico ma.. non esiste!! io non ho capito se non era operativo quel giorno lì (come mi hanno detto), se non c’è più o se non è mai esistito. Sta di fatto che mi sono sentita presa in giro. Ovunque si trovano i cartelli che indicano il molo del Ferry e poi questo non esiste. Quindi se uno vuole andare all’Isola dei Cervi spende 25 euro, e non è compreso null’altro, solo la traversata.
  • L’affollamento: c’era veramante tantissima gente, sembravano tutti radunati lì, i turisti a Mauritius. Come ho detto prima, basta allontanarsi dal jetty per trovare maggiore tranquillità, ma l’ho trovato veramente una violenza alla bellezza del posto, tutto questo assembramento e questo baccano.
  • L’Isola dei Cervi di per sè è sì bellissima ma di altri luoghi altrettanto belli sapete quanti ce ne sono a Mauritius? tantissimi! Meglio visitare altri luoghi, ad ingresso gratuito, ed in cui la natura non sia stata così malamente sfruttata. Non fatevi incantare poi dal concetto di “luogo famoso” da visitare obbligatoriamente per farvi il selfie con la laguna dell’Isola dei Cervi, perchè sennó cosa ci sei andato a fare a Mauritius?? (occhio a non inquadrare la ruspa ehh!).
  • La sensazione di essere il classico “turista da spennare”: ecco questo è l’unico posto a Mauritius in cui ho avuto questa brutta sensazione, un ottimo motivo per non metterci mai più piede.
isola dei cervi mauritius
Bella insenatura ma con fila di ombrelloni

Volete venire comunque all’Isola dei Cervi? Fate così

  • Prima di imbarcarvi, chiedete se i lavori in corso sono terminati
  • Prima di accettare il passaggio in barca chiedete dov’è finito il Ferry pubblico e se ci sono passaggi in barca meno costosi, con imbarcazioni meno veloci magari.
  • Portatevi il pranzo al sacco ed andate a mangiarvelo in santa pace su un tratto di spiaggia paradisiaca in cui stare in pace (mi sono maledetta per non averlo fatto)
  • Piuttosto che pagare i 25 euro per avere in cambio il nulla, prendete parte ad una crociera in catamarano, navigherete prima lungo la costa est di Mauritius (partenza da Pointe Jerome – Mahebourg), e poi vi faranno sbarcare sull’Isola dei Cervi per alcune ore (il pranzo però è in barca perchè sull’isola è vietato il BBQ).
  • Se avete voglia di spendere, passate una notte nel resort presente sull’isola, credo che ce ne sia soltanto uno, sono sicura che la sera dopo che tutto il carnaio di gente se ne sarà andato, il posto diventerà di nuovo bello e vivibile.

L’unica vera bellezza dell’Isola dei Cervi

Infine, vi lascio un po’ di immagini della passeggiata che abbiamo fatto sul versante est dell’isola, meraviglioso. Questa è l’unica bellezza e motivo per venire qui, altro da dire non c’è, se non esprimere ancora una volta la tristezza per un posto meraviglioso ridotto ad una giostra per turisti.

un tratto paradisiaco
isola dei cervi mauritius

E voi conoscete l’Isola dei Cervi, l’avete mai visitata?