Exuma, una piccola isola dei Caraibi che ci sta sorprendendo per la straordinaria bellezza del suo mare e delle sue spiagge.

Facente parte dell’arcipelago delle Bahamas, e raggiungibile in un’ora di volo circa da Miami, Exuma offre inconsueti – per un’isola dei Caraibi – panorami aridi e un pó desolati, molto diversi per esempio da quelli delle Antille, in cui invece la vegetazione è assai rigogliosa ed i paesaggi sono più variegati.
Il motivo principale per venire a Exuma, quindi, è proprio per godere del meraviglioso mare e delle sue spiagge di sabbia bianca quasi sempre deserte, in cui sentirsi un pó come un novello Robinson Crusoe che scruta l’orizzonte…
Il capoluogo è George Town, che si trova circa a metà dell’isola e c’è un’unica strada che va da nord a sud e che la percorre tutta, consiglio di noleggiare un’auto e girarla autonomamente (per esempio Thompson Rent a Car).

Le spiagge.

Sono per la maggior parte pubbliche e ben indicate dai cartelli “beach access”, ma è utile sapere che alcune delle più belle non sono invece affatto indicate e bisognerà infilarsi in qualche sterrato un pó fuori mano per raggiungerle. Eccole!

Tropic of Cancer beach

Su questa spiaggia bellissima, con mare azzurro e sabbia bianca, passa il Tropico del Cancro. Si trova su Little Exuma (l’isoletta più a sud collegata con un ponte); per raggiungerla svoltate a sinistra in uno degli sterrati a circa 4 km a sud di Forbes Hill.

tropic6

tropic-ofcancerbeach-exuma

Cocoplum beach e Runaway bay:

si trovano a nord di George Town, appena dopo il bivio che porta a Barreterre prendete il primo sterrato a destra e arriverete a Cocoplum, con il secondo invece sarete alla baia di Runaway. Entrambe sono magnifiche con banchi e lingue di sabbia che affiorano con la bassa marea.

cocoplum-beach-exuma
Altrettanto spettacolari e molto più facilmente raggiungibili invece sono:

Emerald bay:

stupefacente baia riparata sulla quale sorge il resort Sandals, ma è in gran parte accessibile da chiunque, sabbia bianca e mare cristallino digradante:

emeraldbay-exuma

Jolly Hall bay

idem come sopra, solo che qui non c’è nessun resort, soltanto qualche casa privata ma per il resto sarete soli al mondo in una baia meravigliosa in cui nuotare e sdraiarsi all’ombra dei tamerici:

jolli-hall-beach-exuma

Flamingo beach

potete incontrarla poco dopo Emerald bay e prima del bivio per Barreterre, in località Steventon. Qui si trova anche un ottimo ristorante sul mare, Big D’s Conch Spot, in cui gustare il famoso conch salad guardando l’azzurro mare:

flamingo-beach-exuma

Stocking Island ed Elizabeth Harbour.

Un discorso a parte merita questa meravigliosa isoletta con dune di sabbia, spiagge e lagune, che si trova al largo di George Town. Per raggiungerla prendete un water taxi (ci sono più corse al giorno) e trascorrete l’intera giornata sulle sue spiagge immacolate, magari assaggiando il maialino arrosto preparato alla domenica dal Chat’n Chill bar.

Ancor meglio, per scoprirla in maniera indipendente noleggiate una barchetta a motore (Minn’s Water sports) e scorrazzate in lungo ed in largo per l’Elizabeth Harbour l’ampio e tranquillissimo specchio di mare che si forma tra George Town e Stocking Island, disseminato di cays con spiaggette isolate e banchi di sabbia affioranti. Riuscirete sicuramente ad avvistare mante e tartarughe, se siete più fortunati a volte anche i delfini!

stocking-island-exuma

Questa è l’essenza di una vacanza ad Exuma: relax ed un mare meraviglioso, tanti piccoli cays ed atolli da scoprire con una barchetta e spiagge isolate in cui godersi momenti di pace ed assoluta solitudine… in paradiso!