Dopo la consueta chiusura invernale, è tempo di risvegli al Parco NaturaViva di Bussolengo, sul lago di Garda!


Nuovi arrivi attendono i visitatori, come il piccolo bradipo nato in autunno da una coppia di bradipi sequestrati ad un privato, e dati in affidamento alle cure del Parco lo scorso anno, oppure il cucciolo di nyala, un genere di antilope originaria del Sud Africa, nato alla fine del novembre scorso.

il cucciolo di nyala credits: Parconaturaviva.it

il cucciolo di nyala – credits: Parconaturaviva.it

Ci sono poi anche i due cuccioli di Panda Rosso ed uno di lince eurasiatica.. non sono fantastici?!!? Nati la scorsa estate, ormai saranno già un po’ più grandicelli!

cucciolo di lince euroasiatica

cucciolo di lince euroasiatica – credits parconaturaviva.it

cucciolo di Panda Rosso

cucciolo di Panda Rosso – credits ParcoNaturaviva.it

In linea generale, io sono contraria agli zoo, ma il ParcoNaturaViva è un’altra cosa.

Gli animali si muovono con una relativa libertà, alcuni all’interno del Safari Park (visitabile soltanto a bordo di una vettura), altri nel Parco Faunistico, in cui si può girare a piedi. Io ci sono stata nel 2009, ma chi ci è stato più recentemente mi assicura che nel frattempo si è ingrandito ulteriormente; è stato aperto anche l’Extinction Park, in cui attraverso un viaggio nel tempo si possono osservare le riproduzioni di molti animali la cui specie ormai purtroppo è definitavamente scomparsa dal nostro pianeta.

Il Parco aderisce a programmi di protezione e tutela degli animali e di specie minacciate.

I programmi di tutela a cui aderisce il Parco NaturaViva si possono svolgere sia in situ (cioè nel luogo di origine in cui gli animali sono in pericolo), attraverso la promozione di attività di ricerca e sensibilizzazione e sostegno di associazioni in loco; sia ex situ, cioè presso il Parco stesso. Un esempio è il caso del Cammello della Battriana, una specie originaria dell’Asia Centrale, seriamente minacciata soprattutto a causa della caccia, e presente con alcuni esemplari all’interno del Parco.

Molti di questi progetti sono mirati alla successiva reintroduzione degli individui nel loro ambiente naturale, quando questo è possibile.

Cammello della Battriana - credits Wikipedia

Cammello della Battriana – credits Wikipedia

Nei confronti dei visitatori, invece, sono previsti programmi e percorsi educativi rivolti a bambini e ragazzi di varie età. Articolati in giochi ed attività, questi programmi hanno lo scopo di mettere alla prova le conoscenze dei ragazzi e far fare loro semplici esperienze per capire qualcosa di più sugli animali che vivono sul nostro pianeta.

Orari di apertura e biglietti d’ingresso.

Il Parco è aperto tutti i giorni della settimana, gli orari aggiornati si possono consultare sul sito ufficiale, ma intanto vi posso anticipare che per il mese di marzo si comincia con un’apertura alle ore 9 e chiusura alle 16, posticipata alle 17 la domenica. Il Safari Park invece (quello da percorrere in automobile) apre alle ore 10, ultimo ingresso alle 14,30.

Il costo del biglietto d’ingresso è di 20 euro per gli adulti e 15 euro per i bambini dai 3 ai 12 anni. Bambini di età inferiore ai 3 anni entrano gratis. Sono previste tariffe speciali per gruppi, scuole e disabili, consultare la pagina del sito ufficiale per essere aggiornati.

All’interno del percorso del parco è presente un self-service in cui pranzare, ed anche diverse aree pic-nic e bar, perciò non ci sarà nessuna difficoltà a passare qui l’intera giornata insieme a tutta la famiglia..

Per tutte le informazioni potete chiamare il numero 045 71 70 113.

Allora… vi ho fatto venire un po’ voglia di andarci?? consiglio la visita a tutti quanti perchè ne vale veramente la pena!

Per leggere il mio diario di viaggio (visita luglio 2009) e vedere altre foto ed il video della giornata clicca qui >>

Sito ufficiale del Parco: Parco NaturaViva Centro Tutela Specie Minacciate