Ormai ne ho la certezza, nel mondo di oggi nessuno legge più.

Non si leggono più libri, di giornali e riviste non ne parliamo, vengono “letti” – o meglio scannerizzati – soltanto i social e vengono fatte ricerche sul web, su tutti gli argomenti immaginabili.

Di cosa sono alla ricerca le persone sul web?

L’idea che mi sono fatta è la seguente: le persone cercano risposte veloci alle più disparate domande, in cui però non ci sia nessun tipo di approfondimento dell’argomento.

statistiche post facebook
statistiche di un post di facebook: nessuno ha cliccato sul link

Persino sui social, si leggono a malapena i titoli e quasi nessuno clicca sul link per leggere il contenuto condiviso. E anche se lo fa si ferma pochissimo sulla pagina e se ne va subito, indice del fatto che ha dato un’occhiata veloce e basta, non ha letto l’articolo ed il suo contenuto.

Una riprova di questi fatti si puó avere dalle statistiche, che un post di una pagina facebook ti permette di leggere (quante persone hanno visto il post e quante hanno cliccato sul link che rimanda ad un articolo sul blog, per esempio). Oppure anche analizzando le statistiche di un blog.

Ma anche tralasciando questi aspetti tecnici, il fatto che nessuno legge più niente io lo evinco anche dal contenuto dei messaggi privati che mi vengono scritti.

Sia chiaro:

A me fa sempre piacere che i lettori o i follower mi scrivano

Peró c’è un peró.

Quando per esempio chi mi scrive chiede informazioni che sono già belle che pronte, scritte magari proprio nello stesso articolo o pagina che mi viene citata, a me viene da chiedermi: ma non hai letto quello che ho scritto? la risposta è lì!

Per esempio: ho visto che sei stata nel tal posto, dove mi consigli di soggiornare? ☹️☹️

Ma santo cielo, ti ho descritto il posto dove ho dormito per filo e per segno, ti ho messo anche link ad altre strutture simili, che altro ti serve? Forse non è il tipo di alloggio adatto a te? Allora mi devi specificare cosa stai cercando, no?

Oppure: nella tal destinazione, che itinerario mi consigli di fare? Non so, magari quello che ho fatto io e su cui ho scritto un lungo e dettagliato post?

E ancora: a riguardo della tal destinazione, che consigli mi puoi dare? Mah.. non so, da dove possiamo cominciare? Forse potresti essere un po’ più specifico nella domanda? Hai dubbi sulla sicurezza? Dove andare a dormire? Boh!

E poi c’è anche chi mi scrive: vorrei andare nel tal posto, ho visto che tu ci sei stata, ma io non ho i soldi. Ok, mi dispiace per te, ma la domanda qual è?

Io di solito se non ho i soldi per permettermi un viaggio faccio una cosa semplicissima: cambio destinazione.

(eh sì lo so che invece c’è chi si mette a cercare uno sponsor, ma basta che non venite a chiedere i soldi a me!! 🙂 )

A volte poi mi viene anche da pensare: che sia colpa mia, se i contenuti non vengono letti?

Che ne so: l’articolo è molto lungo. Oppure non è formattato bene, i testi si leggono male. Passo ore e ore a cercare di ottimizzare il tutto.

Qualcuno potrà dirmi: e chi te l’ha chiesto, di scrivere un blog, fatti tuoi! Certo ci mancherebbe altro, peró la domanda rimane:

Perchè sia chiaro, non sto parlando di “visite”, quelle ci sono e sono appurate dalle statistiche, ma evidentemente…

…gli utenti passano sulle pagine, scorrono il contenuto, ma.. NON LO LEGGONO?!!

Che cosa dovrei fare?? mettere solo delle foto? chiudere baracca e burattini? scrivere articoli con solo degli slogan e 4 righe? non lo so, ditemelo voi! 🙁

Perchè blog come il mio hanno bisogno di essere letti?

Per questi tre motivi:

  1. PERCHÉ NESSUNO MI PAGA PER SCRIVERE. Ci sono tanti blog che esistono per vendere articoli sponsorizzati sui loro spazi, o per avere visibilità che gli torna utile per qualche altro motivo. Non starò a fare polemiche su questo tipo di blog, ognuno fa quel cavolo che gli pare. Il punto però è che per questi blogger è sostanzialmente irrilevante che l’articolo venga veramente letto e compreso oppure no, perchè scrivono per chi glielo commissiona, non per chi legge. Ma non è il mio caso, io scrivo proprio per dare delle informazioni utili, nessuno mi paga per farlo. E quindi se non le legge nessuno che scrivo a fare?
  2. PERCHÉ SCAMBIARE OPINIONI É IMPORTANTE. Blog come il mio si basano anche sullo scambio di vedute e di consigli, commenti e messaggi sono bene accetti, anche le critiche perchè no. Io non ho la verità in tasca. Però per capirsi e dialogare, ragazzi miei, bisogna che parliamo la stessa lingua. Ed io ho la sensazione sempre più di stare su un pianeta tutto mio dove non mi capisce nessuno. É per colpa mia che non mi faccio capire? Io non lo so.
  3. PERCHÉ É NECESSARIO DIFFONDERE NUOVAMENTE L’IDEA DI COSA SIGNIFICHI VERAMENTE VIAGGIARE. Sì lo so, che non è una delle cose più importanti dell’Umanità, viaggiare. Però il suo significato vero l’abbiamo perso per strada secondo me. Troppa confusione tra viaggi sponsorizzati, tours vari, viaggi stampa.. insomma, viaggiare non è quella roba lì. Viaggiare è inventarsi un itinerario, andare alla scoperta di una destinazione, pagare di tasca propria. Vivere delle esperienze e poi raccontarle. E chi se ne frega del vestito che avevi indosso nella foto, o della posa. Quella è pubblicità di qualche cosa, non viaggiare. Quindi se volete sentir parlare di viaggi veri, grandi o piccoli che siano, è un blog come “una donna con la Valigia” che dovete seguire e leggere. Oltre al mio ce ne sono ancora molti di interessanti in giro! Perchè le informazioni che cercate si trovano già quasi tutte scritte sul web. (si vabbè mi sono lodata da sola, ma sapete cosa? chissenefrega!)

E quindi? perchè continuare a scrivere, quando (apparentemente) nessuno legge?

In ogni caso, io sono testarda e continuo a scrivere per questi motivi:

  • lo faccio per me, per non dimenticarmi dei miei viaggi, perchè sì, una delle più affezionate lettrici del mio blog.. sono io stessa haha! 😂
  • Lo faccio perchè scrivere aiuta a mettere ordine nei pensieri, aiuta nell’esercitarsi a formulare pensieri complessi. Anche leggere un libro, o un lungo diario di viaggio su un blog, è un’operazione complessa, per la quale è necessario saper mantenere l’attenzione per seguire una trama dall’inizio alla fine. Per leggere uno slogan su twitter non serve nessuna concentrazione!

prima o poi ragionare soltanto per slogan e frasi fatte, senza nessun approfondimento, ci affosserà il cervello a tutti quanti, credetemi!

  • per ultimo lo faccio perchè credo ancora nel valore della condivisione, perchè quando posso vedere online le foto del viaggio di un amico, o leggere quello che ha scritto a riguardo, io sono contenta per lui e gli sono grata per perdere del tempo prezioso a scrivere le informazioni, e condividere le sue opinioni. E quindi immagino che ci sia qualcuno che a sua volta possa provare gli stessi sentimenti genuini anche nei miei confronti.

Mi sbaglieró?!? Sono una povera ingenua e illusa? Mah!

Chissà cosa ne pensano i miei lettori? Sempre ammesso che qualcuno leggerà questo articolo! 😂


P.S. Le foto di questo articolo sono tratte da un interessante sito di immagini completamente gratuite: Unsplash (solo chi avrà letto fino a fondo riuscirà ad avere questo bel suggerimento hehe)