Assicurazioni viaggio… un universo estremamente variegato e purtroppo anche difficilmente comprensibile ai singoli consumatori, fatto di molte clausole da leggere attentamente e di variabili da considerare.

In questo articolo cerco di fare un poco di chiarezza riguardo alle cose che ho capito io sull’argomento, ed alla mia esperienza personale.


Mi serve l’assicurazione di viaggio? e se sì, cosa devo assicurare?

Innanzitutto, i principali eventi da assicurare nel caso di un viaggio sono:

  1. l’annullamento del viaggio stesso per cause di forza maggiore (malattia, morte, cambio lavoro ecc), polizza che ha effetto fino al momento della partenza;
  2. le spese mediche, l’assistenza in loco ed il rimpatrio, polizza che invece ha effetto durante lo svolgimento del viaggio stesso.

La più rilevante delle due è sicuramente l’assicurazione sanitaria, che deve coprire tutte le spese mediche e il rimpatrio in caso di emergenza. Lo so, nessuno pensa a queste eventualità, soprattutto alla vigilia di una bella vacanza, ma è necessario farlo, onde evitare di incorrere in spiacevoli momenti che possono rovinarvi non solo la vacanza, ma l’esistenza stessa.

Se si parte per un qualunque paese extra-europeo, è consigliabile quindi stipulare entrambe le polizze, a maggior ragione se si tratta di un paese non sviluppato o in cui le struttura sanitarie non siano di prim’ordine.

assicurazioneViaggio

Casi in cui la polizza viaggio potrebbe non servire.

Se si parte per un viaggio o vacanza in Italia o in un paese UE l’assicurazione medica potrebbe non servire, mentre invece potrebbe essere utile quella annullamento. Se si viaggia in un paese dell’Unione Europea è necessario portare sempre con sè il proprio tesserino sanitario TEAM.

Attenzione: se vi trovare all’estero all’interno della Comunità Europea avrete diritto alle cure mediche mostrando il tesserino Team, il più delle volte pagando soltanto un ticket sanitario, ma questo dipende da Stato a Stato. Ricordate però che, se non siete assicurati, nessuno vi rimborserà eventuali spese di rimpatrio, assistenza legale o altri tipi di assistenza di cui potreste aver necessità, a seconda del tipo di emergenza.

Se avete intenzione di prenotare un hotel o un volo, ricordate che esistono vari tipi di tariffe: quelle non rimborsabili e non modificabili, e quelle flessibili. Le prime ovviamente sono più a buon mercato, le seconde sono più care ma vi permettono di annullare o spostare la vostra prenotazione a fronte di una piccola spesa o addirittura gratuitamente. Quindi, se acquistate una di queste tariffe flessibili (che siani alloggi o mezzi di trasporto) stipulare anche una polizza annullamento potrebbe risultare superfluo.

Casi particolari.

Ci sono alcuni paesi considerati “a rischio” come Iran, Corea del Nord, Afghanistan, Ucraina, Siria e Sudan, per i quali molte compagnie non offrono alcuna copertura. Consultate il sito di Viaggi Sicuri del Ministero degli Esteri per avere informazioni su come stipulare una polizza sanitaria per entrare in questi paesi.

Una volta appurato che l’assicurazione viaggio ci serve, quali sono le variabili da considerare per poter effettuare la scelta più adatta alle nostre esigenze?

  • data della prenotazione

É importante sapere quale sia la data entro cui è necessario stipulare la polizza rispetto alla data di inizio del viaggio e/o rispetto alla data di prenotazione del viaggio: con alcune compagnie è necessario effettuare la stipula entro pochi giorni dalla prenotazione, con altre invece non ci sono limiti di tempo… le casistiche sono molto diverse.

  • massimali

Un massimale è la cifra massima che la compagnia paga ad ogni singolo assicurato per ogni singolo evento. É importante sapere, per esempio, che se si viaggia in paesi in cui le spese mediche da affrontare in caso di malattia o ricovero potrebbero essere molto elevate (come il Canada e gli Stati Uniti d’America) è meglio avere una polizza con massimale illimitato.

  • malattie pre-esistenti

Fino a poco tempo fa, avevo segnalato ERV ITALIA come una delle poche, se non forse l’unica, compagnia che assicurasse anche le malattie preesistenti in viaggio, come si vede da questo screenshot della polizza “Assistenza e spese mediche”:

Ad oggi (settembre 2016) il sito invece riporta:

assicurazione-ervitalia-malattie-preesistentiL’età massima quindi è stata portata da 90 a 70 anni, e non è più contemplata la copertura delle malattie preesistenti. (Se conoscete qualche polizza viaggi che le copra, me la segnalate? Grazie)

  • pagamento diretto delle spese mediche

In alcuni casi il sottoscrittore della polizza dovrà anticipare il costo delle spese mediche, che in seguito la compagnia assicurativa rimborserà; in altri invece, la compagnia assicurativa si fa carico del pagamento diretto delle spese mediche sostenute. Questa ultima opzione è particolarmente vantaggiosa soprattutto in paesi come gli Stati Uniti in cui anche fare una semplice lastra al pronto soccorso può costare qualche migliaio di dollari.

pagamento-spese-mediche-allianz

Allianz offre il pagamento diretto delle spese mediche (nell’esempio la polizza Travel Care)

Anche l’assicurazione di viaggio Coverwise offre il pagamento diretto delle spese ospedaliere , e come si può vedere dalla tabella qui sotto anche i massimali sono interessanti: 10mila euro per l’Italia ed illimitato per il resto del mondo.spese-mediche-coverwise pagamento diretto

Attenzione: chiedete informazioni alla compagnia, se non fosse sufficientemente chiaro, riguardo a cosa si intende per spese mediche: per alcuni si tratta soltanto delle spese in caso di ricovero, per altri tutte quelle ospedaliere etc.

  • durata del viaggio

Esistono polizze per viaggi singoli o multiviaggio, per viaggi brevi, ed altre per viaggi “lunghi”, ma la definizione di breve o lungo può variare molto da polizza a polizza. Per esempio, per Allianz il viaggio singolo può durare fino a 45 giorni, per Travelguard fino a 180, una bella differenza direi. Se fate più viaggi in un anno, sia per vacanza che per lavoro, potrebbe risultare conveniente stipulare un pacchetto multiviaggio, che copre tutti i viaggi fatto nel periodo di tempo di un anno purchè non superiori ad un certo numero di giorni per ogni viaggio.

  • spese di riprogrammazione viaggio

Se annullate un viaggio a causa di una malattia che però si risolve nel giro di poco tempo, potreste aver voglia di partire in un altro momento. Alcune polizze coprono le spese di riprogrammazione di un viaggio in un altro momento, altre no, tenetene conto.

  • età e tipo di viaggiatore

É possibile avere preventivi diversi a seconda se viaggiate in coppia, in famiglia, in gruppo o da soli. Un’altra variabile molto importante è l’età dell’assicurato, spesso più anziana è la persona che si deve assicurare più alta sarà la rata da pagare, potrebbero esserci età limite oltre alle quali le compagnie assicurative non stipulano nessuna polizza.

viaggiare sicur

credits immagine: Viaggiare Sicuri

Compagnie assicurative: cosa offrono.

Oggi molte di queste polizze si spossono stipulare online e richiedere un peventivo è facile e sempre gratuito.

In alternativa si possono chiamare i call center o i numeri verdi messi a disposizione per avere informazioni ed in molti casi anche stipulare la polizza al telefono.

Ecco cosa offrono alcune delle compagnie assicuratrici più note:

ALLIANZ GLOBAL ASSISTANCE
(ex Mondial Assistance): le due principali polizze di viaggio offerte sono: Travel Care (assistenza e spese mediche) e Travel Cancel (annullamento viaggio).

Per gli Stati Uniti ed il Canada offre un massimale illimitato, nel resto del mondo i massimali sono fino ad un max di 200mila euro. Il pagamento delle spese mediche, chirurgiche ed ospedaliere è diretto.

Le franchigie, o scoperti, per l’annullamento (vale a dire la quota di spesa che non viene rimborsata) possono essere molto alte, fino al 35%, eccetto il caso di morte.

franchigia-scoperto-annullamento-prenotazione-viaggio-allianz

Lo scoperto applicato da Allianz in caso di annullamento di un viaggio

COLUMBUS ASSICURAZIONI
Offre polizze complete annullamento+sanitaria+assistenza con massimale illimitato per le spese chirurgiche ed ospedaliere per tutti i viaggi al di fuori dell’Italia. Il massimale per la cancellazione del viaggio è molto basso, soltanto 2mila euro.

TRAVELGUARD

Insieme a Insurancebookers, è una polizza offerta dal gruppo assicurativo AIG Chartis. Offre pacchetti all-inclusive, anche annuali multiviaggio e monoviaggio (cioè per chi intende per esempio prendersi un anno sabbatico e viaggiare per un anno intero), con massimali di spesa medica fino a 20 milioni. Il pacchetto assicurativo VIAGGIO SINGOLO è comodo perchè è un pacchetto completo di tutto, e solitamente costa meno di altri simili. Copre inoltre viaggi singoli fino a ben 180 giorni, cioè 6 mesi ed offre il pagamento diretto delle spese mediche ed ospedaliere.

É una polizza che si può stipulare fino al giorno antecedente la partenza.

viaggio singolo travelguard

Si può scegliere inoltre fra 3 formule: Argento, Oro, Platino, quest’ultima prevede l’esonero totale dalla franchigia; è possibile aggiungere altre coperture opzionali, quali gli sport invernali.

VIAGGISICURI
Offre Polizze speciali per famiglie (pagano sempre soltanto le prime 3 persone componeneti il nucleo famigliare), per viaggi di lavoro, solo annullamento, ed anche la POLIZZA PiU’, che integra quella sanitaria minima che avete già stipulato se viaggiate con un tour operator.

Ricordatevi, infatti, che le coperture sanitarie offerte solitamente dai pacchetti di viaggi comprendono massimali bassissimi (di solito tra i 5 ed i 15mila euro) che non sono assolutamente sufficienti!

cosa offre la POLIZZA PIU' di Viaggisicuri

cosa offre la POLIZZA PIU’ di Viaggisicuri

Con questa assicurazione, inoltre, potete scegliere di pagare un po’ di più ed abbattere totalmente la franchigia.

Molti scelgono Viaggisicuri anche perchè si tratta di una compagnia assicurativa con sede in Italia che fa parte di un gruppo assicurativo tedesco (ERV), le persone che rispondono alle vostre domande al telefono non sono operatori di call center, ma impiegati dell’ufficio che sanno dare risposte molto chiare e precise (ma questo non significa che sia più o meno affidabile di altre). Non offre coperture a persone con più di 65 anni di età. La polizza Annullamento deve essere stipulata entro 48 ore dalla prenotazione.

EUROPASSISTANCE
offre vari tipi di copertura per viaggi fino a 60 giorni, oppure annuali multiviaggio, tariffe agevolate per i giovani e bambini assicurati gratuitamente fino ai 2 anni di età. I massimali per l’assistenza sono illimitati (loro lo sottolineano, ma in realtà questa è una opzione che offrono praticamente tutti, perchè i massimali in genere riguardano le spese mediche, non l’assistenza), anche in caso di atti terroristici, quelli per la copertura delle spese mediche ed ospedaliere invece possono arrivare fino ad 1 milione di euro.

ERV ITALIA
offre una vasta gamma di garanzie anche particolari per chi viaggia, tipo quella per le CASE VACANZA, oppure lo STORNOHOTEL ed il VIAGGIOLUNGO, ideali per chi viaggia per lugnhi periodi di tempo oppure si trova all’estero per studio o lavoro. Inoltre offre anche le polizze viaggio per CUBA e polizze speciali per Viaggi di Nozze.

erv-italia-assicurazione-case-vacanza

ERV ITALIA propone una polizza dedicata esclusivamente a chi affitta case vacanza, che copre anche la frode e la non conformità immobile.

WORLDNOMADS: un’assicurazione estremamente flessibile adatta per chi pratica viaggi anche particolarmente avventurosi o sport considerati pericolosi, permette, per esempio, di aggiungere singolarmente uno per uno i diversi paesi in cui si andrà a viaggiare.

worldnomads

Diritto di recesso.

Avete il diritto di recesso entro 14 giorni dalla stipula per le polizze sottoscritte online. La compagnia ha il diritto di trattenere la somma dovuta per le imposte.

Denunciare un sinistro.

Se durante il viaggio necessitate di assistenza medica, nella maggior parte dei casi – a meno che non si tratti di un’emergenza, o che ci si trovi nelle condizioni effettive di non riuscire a contattare la compagnia assicuratrice – è necessario mettersi in contatto con essa PRIMA di procedere a qualsiasi visita medica o intervento sanitario.

Questo però può variare a seconda della compagnia assicuratrice, leggete bene le condizioni sulla vostra polizza, portate con voi una copia del contratto con i numeri di telefono ed email da contattare in caso di necessità.

Recentemente, durante il mio viaggio alle Bahamas, per la prima volta in vita mia, purtroppo ho dovuto far ricorso all’assicurazione, perchè mi sono infortunata ed ho dovuto far ritorno in Italia molto prima della data di rientro. La nostra compagnia assicuratrice era Travel Guard, leggi la mia esperienza diretta con questa assicurazione >>

Leggere i fascicoli informativi.

É indispensabile farlo, prima di sottoscrivere alcunchè, perchè è lì e solo lì – e da nessun’altra parte, neanche in questo articolo – che si trovano le informazioni valide ed aggiornate riguardo alla polizza stessa, stampatela e portatela anche con voi in viaggio.

In modo particolare, è necessario secondo me avere ben chiaro cosa si intende con termini quali:

Familiari: chi è considerato tale, lo sono sempre i figli, il coniuge, i genitori, i fratelli e le sorelle ma possono esserlo anche il convivente, i nonni, i nipoti, il genero, la nuora etc

Malattie pre-esistenti: in alcuni casi come per Columbus le malattie preesistenti sono quelle verificatesi nei 24 mesi precedenti, per Travel Guard invece nei 12 mesi precedenti… può fare una bella differenza!

Franchigia (o scoperto), a quanto ammonta e se è possibile annullarla pagando un sovrapprezzo.

Ricovero ospedaliero: quante ore/giorni è necessario essere trattenuti in ospedale perchè sia considerato ricovero (di solito 24 ore).

Spese mediche: è un termine molto generico, per alcuni comprende il ricovero e l’intervento chirurgico, ed anche la spesa per visite mediche o esami, altre polizze invece suddividono tutte queste voci con massimali diversi.

Altre precauzioni da prendere prima di partire…

  • Segnalare il proprio viaggio al Ministero degli Esteri.

Il sito del Ministero degli Esteri italiano offre un servizio di registrazione per i cittadini italiani che si recano all’estero , il quale permette di segnalare il proprio itinerario di viaggio. Registrarsi e fare la propria segnalazione è importante soprattutto per i viaggiatori individuali e fai-da-te, tutti gli altri non ne hanno bisogno perchè sono già presenti nelle liste dei tour operator del viaggio al quale prendono parte.

Immagine 3All’atto della segnalazione del proprio viaggio verrà richiesto di indicare il proprio itinerario, i recapiti telefonici ed indirizzi presso cui si soggiornerà, oltre ad orari e numeri dei voli o altre indicazioni sui mezzi di trasporto che utilizzeremo.

Questa registrazione risultera’ utile in caso di allerta di qualsiasi tipo (emergenze sanitarie, terremoti, disastri ambientali ecc) che si dovesse verificare nel paese o nella regione in cui ci si trova, permette infatti al Ministero degli Esteri di essere informato sulla nostra presenza in quella zona e di mettersi più tempestivamente in contatto con noi.

…e durante il viaggio.

  • Precauzioni sanitarie.

Anche per le precauzioni sanitarie è bene consultare il sito del Ministero degli Esteri, che è in grado di riportare sia le precauzioni ordinarie (vaccinazioni richieste, zone a rischio del paese) sia le eventuali emergenze in corso riguardanti ogni singolo paese. Durante il viaggio è bene osservare alcune regole fondamentali:

  • effettuare nei tempi previsti tutte le vaccinazioni obbligatorie prima di partire, alcune possono richiedere anche diversi mesi di anticipo;
  • in linea generale, bere acqua in bottiglia e non quella del rubinetto;
  • proteggersi con indumenti adatti, repellenti per insetti e creme protettive per il sole nei paesi tropicali;
  • portare con se’ i farmaci utilizzati abitualmente ed un piccolo pronto soccorso composto da un antipiretico, un antimicrobico, un disinfettante; la melatonina può essere utile in caso di molte ore di fuso orario da smaltire;
  • se si affrontano fusi orari e forti escursioni termiche, il nostro organismo ha bisogno di un tempo di adattamento minimo a queste variazioni, prendersi il tempo per consentire al nostro organismo di adattarsi alle nuove condizioni.
  • chi soffre di malattie croniche, invalidanti o preesistenti, oppure le donne che si trovano in stato di gravidanza, devono parlare col proprio medico prima di decidere se effettuare un viaggio o meno.

Diritti dei passeggeri.

Ricordatevi che se il Ministero degli Esteri sconsiglia viaggi in un determinato paese a causa di improvvise emergenze, il tour operator o la compagnia aerea devono offrirvi precise garanzie, quali il rimborso del biglietto, o la proposta di un’altra destinazione o di un’altra data.

Consulta in proposito i documenti ufficiali della Commissione Europa per i Diritti dei Passeggeri.


Nota bene: questo NON è un articolo pagato e commissionato da qualche azienda, il suo scopo è quello di fornire indicazioni utili ed informazioni ai viaggiatori.

Prima di sottoscrivere una polizza è indispensabile consultare i fascicoli informativi delle singole assicurazioni viaggio, cerchiamo di tenere questo articolo aggiornato ma non ci assumiamo nessuna responsabilità per condizioni mutate rispetto a quelle da noi descritte.

Ogni ulteriore informazione o consiglio da dare sull’argomento è ben gradito e ti invito a scriverlo nei commenti perchè possa essere a disposizione di tutti.

data ultimo aggiornamento: maggio 2017


Se sei interessato a sconti e promozioni in corso riguardo alle polizze di viaggio vai alla pagina Offerte >>

Su questa tematica potrebbero interessarti anche:

Assicurazione annullamento viaggio: in quali casi rimborsa?

Assicurazione viaggio Ryanair, conviene farla? come capirci qualcosa >>

Travelguard: quando ho dovuto utilizzarla, la mia esperienza >>

Salva

Salva

Salva