Avete stipulato una polizza di annullamento viaggio, e purtroppo non potete partire? Siete sicuri di conoscere bene quali eventi sono inclusi nella copertura e per i quali avete diritto ad un rimborso? É meglio informarsi prima per non perdere oltre al viaggio anche i soldi!

In quali casi è possibile ottenere un rimborso da una compagnia assicuratrice? Facciamo un po’ di chiarezza su cosa succede nel caso vi troviate nella malaugurata necessità di dover cancellare o annullare un viaggio, già regolarmente prenotato e pagato.

La prima condizione – che a me pare ovvia, ma forse non è chiaro a tutti – è la seguente: dovete aver già stipulato una polizza di viaggio…

In parole povere: l’evento a seguito del quale intendete rinunciare al viaggio e quindi richiedere un rimborso, deve essere occorso in una data documentabile SUCCESSIVAMENTE alla data di stipula della polizza stessa.

Esempio: non avete stipulato un assicurazione annullamento, a due giorni dalla partenza vi ammalate, e non potete partire. Che fare? inutile cercare di stipulare una polizza online, perchè dovrete poi produrre un certificato medico che attesti che vi siete ammalati dopo la data della stipula.

La maggior parte delle polizze annullamento, inoltre, prevede una data limite rispetto alla data di partenza entro la quale stipulare la polizza stessa.

Principali motivi che danno diritto al rimborso:

Caso morte.

Per caso morte s’intende il decesso dell’assicurato stesso (cioè voi, facciamo le corna..), il suo compagno di viaggio, o un suo stretto familiare. Per familiare si intende sempre: il coniuge, i figli, i fratelli e le sorelle, i genitori, ma nella maggior parte delle polizze questa condizione si estende anche ai nonni, i nipoti, zii, generi, nuore, cugini di primo grado e conviventi more-uxorio (cioè se siete conviventi ma non sposati).

Dovete leggere attentamente il fascicolo informativo della vostra polizza per sapere esattamente cosa si intende per “familiare”.

Attenzione: in caso di decesso solitamente le compagnie aeree di linea rimborsano per intero il costo del biglietto – indipendentemente dal fatto che abbiate sottoscritto una qualsiasi polizza assicurativa – per accedere a questo servizio sarà necessario presentare un certificato di morte e mettersi in contatto al più presto con la compagnia aerea.

Le condizioni di Iberia in caso di decesso per il rimborso del biglietto aereo acquistato.

Caso malattia o infortunio.

Per malattia nella maggior parte dei casi s’intende che voi, o uno dei vostri stretti familiari, o il vostro socio in affari, vi ammalate o vi infortunate gravemente, in qualche caso per i familiari la condizione è che ci sia la necessità di un ricovero ospedaliero.

Dovrete sempre produrre una valida certificazione medica atta a dimostrare l’impossibilità di viaggiare.

Malattie pre-esistenti.

La maggior parte delle coperture assicurative al giorno d’oggi le esclude, ma è necessario leggere attentamente le condizioni, perchè per qualcuna si può scoprire che per pre-esistente s’intende nei 24 mesi antecedenti alla stipula della polizza (Columbus Assicurazioni) o addirittura soltanto nei 12 mesi precedenti (AIG Travel Guard).

malattie pre esistenti definizione travel guard assicurazione

La definizione di “malattie pre-esistenti” estratta dal fascicolo informativo di Travel Guard Annullamento Viaggio

in parole povere: se avete sofferto di una determinata condizione di salute 10 anni fa ma poi siete guariti, quella non è una malattia pre-esistente. Inoltre si intende che l’assicurato ne debba essere a conoscenza, del fatto di essere malato. Vale a dire, se una determinata malattia è già presente ma non diagnosticata al momento della stipula, non dovrebbe essere considerata malattia pre-esistente.

Altri motivi di annullamento secondo i quali avete diritto ad un rimborso. *

Licenziamento dal lavoro, furto con scasso all’abitazione principale, convocazione in qualità di giurato o testimone, convocazione in servizio a seguito di emergenza se fate parte delle Forze dell’Ordine o della Polizia. *

Esistono polizze che coprono anche in caso di atti terroristici e di altri motivi slegati dalla salute?

La risposta è sì, e questa è un po’ una novità.

Facendo delle ricerche online ho scoperto che in taluni casi gli eventi coperti dalle diverse polizze di annullamento stanno cambiando, probabilmente adeguandosi alle diverse condizioni di vita e di viaggio in cui si possono trovare le persone rispetto al passato.

Molte persone rinunciano a viaggiare per paura di eventi terroristici, e all’impossibilità di poter cancellare un viaggio a seguito di eventi di questo genere occorsi nella zona in cui sia stato programmato il viaggio, oppure a causa della precarietà del mondo del lavoro.

Un esempio è la compagnia assicurativa italiana Filo Diretto, che offre polizze viaggio per i tour operator, e collabora come partner con altre compagnie (per esempio, è suo il call center che risponde alle chiamate di assistenza della Travel Guard) ma vende anche le sue polizze online al singolo consumatore sul sito polizzaviaggio.it, e fra queste c’è la polizza annullamento ALL-RISK, pubblicizzata come annullamento “per qualsiasi motivo”.

polizza-viaggio-allrisk-annullamento-atti-terroristici

Oltre ai classici motivi di salute e lavoro, questa polizza si distingue per il fatto che copre anche in caso di atti terroristici, alla condizione che questi eventi siano occorsi DOPO la data di stipula della polizza, e nel raggio di 100 km dal luogo in cui si svolgerà il viaggio.**

Altri motivi per cui potreste per esempio richiedere l’annullamento del viaggio se stipulate questa polizza: la perdita o furto del vostro animale domestico (cane, gatto), o il caso in cui l’animale stesso debba sottoporsi ad intervento chirurgico salvavita nei 7 giorni antecedenti la partenza.**

In ogni caso, il motivo per cui si desidera annullare il viaggio deve sempre avere le seguenti caratteristiche:

  • deve essere documentabile
  • non deve dipendere dalla volontà dell’assicurato
  • non deve essere prevedibile in precedenza

pro e contro: ho provato a fare un preventivo per un viaggio con una copertura di questo genere, ed ovviamente è molto più costosa di una “normale” polizza viaggio.

Anche la spagnola Intermundial offre una nuova polizza annullamento viaggio che comprende una serie maggiori di condizioni valide per l’annullamento, rispetto alla maggior parte delle polizze di altre compagnie assicurative, come per esempio:

  • Complicazioni della gravidanza (non oltre il settimo mese).
  • Proroga del contratto di lavoro.
  • Annullamento del matrimonio (in caso si tratti di viaggio di nozze).
  • Fallimento di compagnia aerea o agenzia di viaggio che ha erogato i servizi..
  • Questa polizza va stipulata engro 7 giorni dall’acquisto dei servizi di viaggio.

ed altre ancora.. leggete le condizioni >>

Condizioni per le quali non sono previsti rimborsi in generale da nessuna polizza di viaggio:

  • Se avete acquistato la polizza oltre la data indicata.
  • Se semplicemente avete cambiato idea e non volete più partire.
  • Se avete commesso qualche errore nella fase di prenotazione di un viaggio.
  • Se il motivo per cui intendete annullare è una malattia psichiatrica, comprese ansia e depressione.
  • Se non avete prodotto in tempo per cause di negligenza vostra i documenti necessari per viaggiare (visto, passaporto).
  • Qualsiasi fatto che non sia documentabile o che dipenda direttamente dalla vostra volontà di non voler viaggiare.

Quale cifra rimborsano le assicurazioni?

Mettiamo che rientrate in una delle condizioni previste per le quali avete diritto a chiedere un rimborso, quale cifra vi rimborserà la vostra assicurazione di viaggio?

La risposta è: la penale prevista in caso di cancellazione.

Cosa significa? vuol dire che in caso non possiate partire sarete voi a dover cancellare tutte le prenotazioni che avrete fatto, e la compagnia assicuratrice pagherà soltanto quella parte non rimborsabile (corrispettivo di recesso).

Esempio 1: avete prenotato un volo di linea acquistato con una tariffa cancellabile con una penale? prima di tutto dovete cancellare il volo presso la compagnia aerea, e l’assicurazione vi rimborserà la penale, vale a dire quella parte del costo del biglietto escluso dal rimborso della compagnia aerea. Stessa cosa dicasi per le prenotazioni alberghiere.

Quindi: ricordatevi di cancellare voi tutte le prenotazioni altrimenti rischiate di vedervi rimborsare poco o nulla, non dimenticatevi di questo dettaglio importantissimo!!

Esempio 2: avete prenotato un volo lowcost che non prevede possibilità di cancellazione? (esempio: Ryanair), vi verrà rimborsata l’intera cifra spesa, salvo eventuali franchigie. Stessa cosa dicasi per una prenotazione alberghiera non più cancellabile perchè oltre i termini previsti, vi verrà rimborsata per intero.


Vi sembra interessante? a me sì, conoscete qualche altra polizza di annullamento viaggio o avete esperienza con qualcuna di queste? se sì, raccontatemela!


N.B:

Questo non è un articolo sponsorizzato, ha carattere puramente informativo, cerchiamo di tenerlo aggiornato ma non ci assumiamo nessuna responsabilità per eventuali variazioni. É stato scritto dopo aver letto e confrontato fra loro i fascicoli informativi delle polizze annullamento viaggio offerte dalle seguenti compagnie: Allianz Global Assistance, Columbus Assicurazioni, AIG Travel Guard, Polizzaviaggio.i (Filo Diretto), Intermundial, Erv Italia.

* dati a carattere informativo generale, per conoscere con esattezza le condizioni, leggere attentamente il fascicolo informativo della polizza che desiderate sottoscrivere

** leggere attentamente le condizioni della polizza