Case Vacanza

Airbnb e Vrbo: a confronto l’ospitalità da privati dei siti di case vacanza (aggiornato 2020)

Eccoci alla seconda puntata dell’argomento: alloggio da privati per le nostre vacanze ed i nostri viaggi.

Nell’articolo precedente ho parlato di come cercare e trovare la casa ideale attraverso i vari siti che offrono appartamenti e case per vacanze da privati, in questo post invece ne metteremo a confronto un paio, cercando di capire le differenze ed i pro e contro di ognuno: Airbnb, Vrbo (ex Homeaway) e Homelidays. Ovviamente ne esistono anche molti altri, ma parleremo di questi tre perchè sono quelli che io conosco ed utilizzo spesso, oltre che essere tra quelli più conosciuti come portali di case vacanza.

Le novità! (aggiornamento 2020 dell’articolo)

Dal 2012 alla data in cui scrivo questo aggiornamento (maggio 2020), moltissime cose sono cambiate su questi siti di prenotazione case vacanza, ve le illustro brevemente (il resto dell’articolo pure è stato aggiornato quindi le informazioni sono tutte valide).

Prima novità: Homelidays non esiste più e HomeAway ha cambiato nome

Non ha più senso parlare di differenze tra Vrbo (ex HomeAway) e Homelidays perchè il secondo di questi siti (almeno la versione in lingua italiana) non esiste più, inglobato dal primo.

HomeAway (di proprietà di Expedia), che dal febbraio 2020 ha anche cambiato nome e si chiama ora Vrbo, continua a proporre case vacanza soprattutto per soggiorni medi e lunghi in tutte le parti del mondo, e solamente case intere, e non stanze singole o proprietà condivise. Airbnb, invece, continua a proporre anche stanze private o condivise, vale a dire all’interno dell’abitazione del proprietario.

Seconda novità: Airbnb non propone più soltanto le case vacanza, ma anche altri tipi di servizi

Da qualche anno Airbnb non propone più solo case vacanza ed alloggi, ma anche molte altre cose. Servizi di viaggio ed attività, come le Esperienze (fino a poco tempo fa c’erano anche i Ristoranti, ma si vede che non hanno avuto molto successo) che in sostanza sono tour ed attività privati offerti dagli host o da altri soggetti.

In più ultimamente è stato introdotto anche un servizio di travel designer con le case del programma Luxe, e poi esiste una selezione apposita di case dedicata a chi lavora, che cioè siano ben attrezzate anche come ufficio (Airbnb for Work).

Terza novità: non si paga più tutto subito

Se fino a poco tempo fa quando si prenotava con Airbnb o HomeAway era necessario pagare tutta la somma subito, oggi non è più così. Anche con Airbnb oggi si paga prima un acconto (di solito il 50%) ed il resto poco prima della data del soggiorno. Questo è molto utile ovviamente nel caso in cui si prenoti con molto anticipo oppure se la cifra da pagare è molto alta.

Come funziona la ricerca di un alloggio su Vrbo e su Airbnb: la schermata iniziale della ricerca.

Facciamo un esempio inserendo come destinazione del nostro viaggio l’isola di Mauritius, meta esotica ambita dai viaggiatori di tutto il mondo.

case vacanza Mauritius Airbnb

case vacanza HomeAway-Vrbo Mauritius

Cosa hanno in comune le schermate di entrambi i siti?

  1. una grafica chiara e pulita;
  2. la possibilità di visualizzare i risultati della ricerca sia tramite una lista (sulla sinistra) che su una mappa (a destra);
  3. la possibilità di salvare gli alloggi preferiti – da riconsultare magari in un secondo tempo – cliccando sul “cuoricino” in liste o bacheche personali (su Airbnb bisogna essere loggati per farlo, su Vrbo non è necessario);
  4. la possibilità di restringere/ampliare la ricerca in base a dei filtri, come per esempio il prezzo e la possibilità di avere una conferma immediata e/o di prenotare direttamente senza prima contattare il proprietario. Cliccando su Altri filtri o Più Filtri inoltre, potrete restringere ancor di più la ricerca cercando per esempio solo case con piscina o con aria condizionata etc.
  5. entrambi mostrano e mettono in evidenza la valutazione ospiti della struttura
  6. entrambi permettono di sfogliare la galleria immagini ancor prima di cliccare sulla proprietà per approfondire

Quali sono le differenze invece?

Come potete vedere dalle schermate, di differenze sostanziali ne vedo solo una, ma mi sembra abbastanza importante: Vrbo permette di vedere subito i prezzi delle sistemazioni offerte, sia nella lista di sinistra che sulla mappa a destra, cliccando su una delle proprietà. Airbnb invece no, non mostra mai il prezzo. Per conoscerlo dobbiamo cliccare sull’annuncio.

Restringere la ricerca: i filtri personalizzati Airbnb.

Airbnb offre i seguenti filtri personalizzati:

  • alloggi verificati: si tratta di proprietà verificate da Airbnb, alcune di lusso ed altre nella categoria “plus”, che cioè offrono un minimo di servizi garantiti al viaggiatore;
  • tipo di alloggio: casa intera, stanza condivisa, stanza privata, o camera di otel
  • prenotazione immediata: se volete consultare soltanto gli annunci che non hanno bisogno dell’approvazione dell’host per essere prenotati.
  • soggiorni unici: proprietà particolari tipo case nella roccia, barche, isole, capanne, tende.

IMPORTANTE! Inoltre, dalla primavera 2020, a seguito dell’emergenza Covid-19, è stato introdotto anche il filtro “cancellazione flessibile”, che mostra soltanto gli annunci che – in determinati casi – possono essere cancellati anche fino a 24 ore dal check-in.

Filtri personalizzati su Vrbo.

Altri filtri precedenti che permettevano di trovare alloggi da prenotare tramite contatti diretti col proprietarrio, sono stati rimossi. Se devo essere sincera, alla data di maggio 2020, non so nemmeno se questa possibilità esista ancora. Mi informerò!

Inoltre una novità recente introdotta su Vrbo è quella dei Tour virtuali della proprietà, disponibile però ancora soltanto su un numero molto limitato di alloggi.

Quali sono quindi le differenze fra i due siti? pro e contro

A parte il discorso che Airbnb offre anche le Esperienze ed altri servizi, per quel che riguarda gli alloggi le differenze tra i due siti, ad oggi, sono quindi sempre meno rispetto all’inizio o anche soltanto rispetto ad un anno fa. Si possono riassumere così:

  • soggiorni brevi: su Vrbo è meno probabile (ma certo non impossibile) trovare annunci di case disponibili anche per pochi giorni (1, 2 o 3 giorni), mentre su Airbnb invece questa è praticamente la norma, cioè che gli alloggi vengano offerti anche solo per pochissimi giorni, soprattutto quelli nelle grandi città.
  • alloggi condivisi: su Vrbo compaiono sempre soltanto case intere in affitto, e mai stanze private a casa di qualcuno (tipo bed and breakfast per intenderci) come invece potete trovare su Airbnb;
  • quantità di alloggi proposti: a seconda delle destinazioni, ogni sito vi può proporre una scelta più o meno ampia di alloggi, con differenze anche notevoli. Per esempio: se cercate alloggio a Parigi sicuramente avrete molta più scelta su Airbnb, se invece cercate a Mauritius ne potreste trovare di più su Vrbo (una volta veniva anche mostrato il numero esatto degli annunci risultanti dalla ricerca, ora non più).
  • sistema di prenotazione: Airbnb si pone come una community di viaggiatori e proprietari, per accedere al sistema e per prenotare è necessario creare un account gratuito. Con Vrbo, invece, si può prenotare anche se non siete utenti registrati; entrambi richiedono la prenotazione attraverso il sito con carta di credito o paypal.
  • recensioni: su entrambi i siti sono presenti le recensioni e i commenti dei viaggiatori, così utili per determinare le nostre scelte. Airbnb, però, è l’unica in cui la recensione può essere effettuata anche dal proprietario nei confronti dell’ospite e in cui queste recensioni siano leggibili in chiaro da chiunque (e non soltanto dai proprietari come su Vrbo).
  • possibilità di avere degli sconti: una volta che diventate utenti registrati di Airbnb, avrete la possibilità di accumulare sconti da accumulare sui vostri prossimi viaggi. Dovrete semplicemente utilizzare il vostro link personalizzato per invitare gli amici, e voi potrete guadagnare uno sconto di circa 15 euro, mentre invece chi si iscrive tramite il link che gli avrete fornito avrà uno sconto di 25 euro sul suo primo soggiorno con Airbnb. Vrbo per ora invece non offre nessun vantaggio di questo tipo.

Se non sei ancora registrato su Airbnb cliccando su questo link otterai lo sconto di 25 euro che ti posso offrire io >>

Quali sono gli aspetti che entrambi i siti invece hanno in comune

  • contatti col proprietario: è sempre possibile in tutti e due i siti contattare il proprietario prima di prenotare, per esempio per chiedere spiegazioni e delucidazioni, questo però soltanto se avete un account sul sito. (Prima su HomeAway si poteva contattare il proprietario anche senza avere un account oppure chiamandolo al telefono, se questo era mostrato pubblicamente).
  • quota a carico del viaggiatore: su Airbnb c’è sempre stata, su HomeAway-Vrbo invece è stata introdotta nel 2016 (leggi l’articolo dedicato se sei interessato ad approfondire). Si può considerare un importo che varia in base al totale della prenotazione fra il 3 e l’8% circa del totale e viene aggiunta in automatico come voce separata prima di concludere la prenotazione.
  • app per smartphone/tablet: entrambi i siti offrono una app gratuita che permette di effettuare ricerche, prenotazioni e pagamenti, contattare gli host e ricevere notifiche push ogni qualvolta riceviate un nuovo messaggio. Quella di Airbnb la trovo migliore ma anche quella di HomeAway-Vrbo funziona bene (qualche errore nel mostrarmi le prenotazioni passate), recentemente è stata molto migliorata. Se avevate in precedenza un account du Homelidays, troverete riunificati i due account con anche tutta la messaggistica in quello di HomeAway-Vrbo.
  • Servizio di Assistenza al Viaggiatore: entrambi i siti offrono un’assistenza telefonica e via ticket.
  • Questi sono i recapiti di Assistenza telefonica di HomeAway-Vrbo:
numero telefono assistenza homeaway
numero telefono assistenza HomeAway-Vrbo
assitenza airbnb numero telefono
assistenza airbnb numero telefono

Per contattare Airbnb è possibile aprire un ticket di assistenza sul sitolink alla pagina di assistenza Airbnb –  oppure contattarli sui social come twitter e facebook, e vi richiameranno loro al telefono (a me è successo), oppure potete chiamare il loro numero telefonico dell’Assistenza per l’Italia che è: 06 99366533.

Cancellazione del soggiorno: la voce che è diventata la più importante di tutte

Non esiste una politica di cancellazione uguale per tutti all’interno dei due siti, ogni proprietario – sia su Airbnb che su Vrbo – imposta le sue condizioni di cancellazione che possono andare da flessibili a super-rigide, prima di prenotare bisogna leggere attentamente quali sono.

termini cancellazione airbnb
Termini di cancellazione Airbnb

Per quel che riguarda le cancellazioni, io consiglio sempre – anche per le case vacanza – di stipulare un’assicurazione viaggio che comprenda il rimborso delle quote pagate in caso di annullamento.

Con la recente crisi dovuta all’epidemia di Covid-19 però Airbnb e Vrbo si sono comportate molto diversamente in materia di cancellazioni: la prima ha rimborsato per intero (a scapito degli host) tutte le prenotazioni entro una certa data (anche io sono stata rimborsata per intero), Vrbo invece no. Ha chiesto a proprietari e ospiti di accordarsi privatamente, lasciando la scelta ad ogni singolo proprietario se offrire un rimborso, un voucher oppure altro.

Conclusioni, quando preferire Airbnb o Vrbo.

In linea generale, preferite HomeAway-Vrbo se:

  • per prenotare non avete intenzione di registrarvi come utente o di creare un account;
  • cercate un alloggio per un periodo di media durata (1 o più settimane) nelle principali località di villeggiatura;

Preferite invece Airbnb se:

  • cercate un alloggio per un periodo anche di breve durata (1 o 2 giorni) in località di villeggiatura ma soprattutto nelle grandi città (vedi esempio di Parigi);
  • cercate un alloggio economico da condividere eventualmente anche con altri viaggiatori o col proprietario stesso (stanza privata o condivisa a casa di qualcuno);
  • siete disposti a ricevere recensioni pubbliche come viaggiatori dai proprietari che vi ospitano.

Le mie preferenze e consigli sulle case vacanza.

Consulto sempre sia HomeAway-Vrbo che Airbnb quando devo fare una ricerca per un alloggio, tenendo presente in primis la destinazione e la durata del soggiorno; se per esempio devo passare due giorni a Genova per un weekend so che avrò molte più possibilità su Airbnb, invece se cerco una casa per le mie vacanze di 2 settimane, mi indirizzerò anche su HomeAway-Vrbo o su altri siti come Holidaylettings e Tripadvisor Case Vacanza.

L’importante è dedicare il tempo necessario alla ricerca ed alla scelta del giusto alloggio per le nostre vacanze, affittando tramite i privati abbiamo la possibilità di un contatto diretto e di ricevere molte più informazioni rispetto al soggiorno in albergo, in cui ci si deve fidare unicamente del sito dell’hotel o del tour operator.

Buoni viaggi a tutti 🙂


Potrebbero interessarti anche:

Iscrivi la tua proprietà su HomeAway-Vrbo >>


Ultimo aggiornamento: maggio 2020

Nota Bene: questo non è un articolo commissionato da qualcuna delle aziende citate, lo scopo è quello di fornire informazioni ai viaggiatori ed ai consumatori, ed i contenuti rispecchiano soltanto il giudizio personale dell’autrice. Contiene links affiliati a Vrbo e Airbnb.

Salv

Vacanze in Liguria vicino alle Cinque Terre? vieni a trovarmi nella mia nuova Guesthouse a La Spezia!

visita guesthouse

76 Commenti

Cosa ne pensi? dicci la tua

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: