Durante il mio viaggio in Nuova Caledonia del dicembre 2011, ho fatto sosta per 3 giorni anche nella meravigliosa Isola dei Pini, sicuramente uno dei luoghi più magici in cui io sia mai stata.


Questa piccola isola, la più meridionale dell’arcipelago, in cui fanno scalo anche le navi da crociera (purtroppo) possiede quello che credo sia l’unico hotel 5 stelle di tutta la Nuova Caledonia, il lussuoso Le Méridien Ile des Pins, ubicato in uno dei luoghi più magici dell’isola, la baia di Oro. Una notte qui può venire a costare parecchie centinaia di euro.. e quindi va da sè che se decidete di alloggiare qui, un soggiorno in Nuova Caledonia può iniziare veramente ad incidere pesantemente sul portafoglio!

Io non so se questo hotel ne valga la pena o no, perchè non ci sono stata, ma vi assicuro che la magia dell’Isola dei Pini non si trova dentro agli alberghi.

Inoltre su quest’isola é disponibile un buon numero di strutture turistiche (cosa non scontata in Nuova Caledonia per tutte le località), molte delle quali adatte anche a chi non vuole spendere un capitale, e quindi si può scegliere. Un hotel di categoria intermedia potrebbe essere l’Oure Tera Beach Resort, sulla baia di Kanumera. Carino, e la location è fantastica. Ma non vi consiglio nemmeno questo.

Io vi consiglio di dormire alla guesthouse Nataiwatch, dove abbiamo soggiornato noi. Questa è stata la prima struttura turistica sull’isola, e continua ad essere portata avanti a conduzione familiare da molti anni. Come alloggio potete scegliere tra campeggio, casa tradizionale e bungalow più moderni in cemento (alcuni anche con cucina).

Noi abbiamo dormito in questi ultimi, perchè sono gli unici che hanno il bagno privato, possono ospitare fino a 3 persone, ed inoltre hanno la colazione inclusa nel prezzo. La guesthouse è ben organizzata. Vi verranno a prendere all’aeroporto, che dista appena 10 minuti in auto, ed offrono il noleggio biciclette ed auto, e diversi tipi di escursioni. C’è un ristorante molto semplice in cui si mangia bene, i tavoli sono all’interno per la colazione, all’esterno per la cena ed il pranzo. Si tratta di semplici tavolini in plastica o tavolate con panche di legno. Per i pasti, è necessario prenotarsi con anticipo qualche ora prima. Praticamente, a colazione potete dire se vi volete fermare a pranzo e a cena.

Tutti gli alloggi sono distribuiti all’interno di un bel parco ombroso, c’è molta tranquillitá e pace. I bungalow in cemento sono attrezzati anche con un ipad dal quale navigare in internet ed utilizzare skype gratuitamente. Dispongono anche di un piccolo frigo e di un ventilatore a pale (no aria condizionata); la veranda esterna è tutta in legno ed è l’ideale per rilassarsi.

Percorrendo un sentiero attraverso il bosco si arriva alla baia di Kanumera in appena 5 minuti a piedi.. la prima volta che si percorre questo sentiero è qualcosa semplicemente di magico… non si riesce a credere alla bellezza di questa baia!!

Perciò, se decidete di venire fino in questo sperduto angolo di mondo, io non ho dubbi nel consigliarvi di venire ad alloggiare qui, il trattamento è un po’ spartano ma confortevole, si mangia bene e l’atmosfera è magica.

Per prenotare, andate sulla loro website ufficiale, e scrivete una mail (in francese). A noi non hanno nemmeno chiesto una caparra, soltanto il numero del volo come conferma.

Se non vi trovate a vostro agio nel contattarli direttamente, per esempio perchè non siete sicuri con il francese, potete prenotare questa struttura anche tramite un’agenzia viaggi di Noumea come Arc en Ciel Voyages.

P.S: il bungalow in cemento con bagno privato e colazione costa circa 90 euro a notte in alta stagione, sicuramente uno dei prezzi migliori che possiate trovare sull’isola.