É importante ogni tanto raccontare delle piccole grandi storie che s’incontrano in viaggio, e per me questa lo è: la descriverei come la storia d’amore tra una cascata ed un piccolo hotel, in una location davvero unica e spettacolare.

Per me che sono un’amante dell’acqua in tutte le sue forme, questo viaggio in Norvegia è stato un tripudio: il mare, i laghi, i ghiacciai, e soprattutto le cascate, una quantità d’acqua incredibile ovunque! Di queste ultime soprattutto in estate è possibile vederne tante e tutte spettacolari, con i loro potenti getti d’acqua, nei fiordi e nelle valli.

vøringsfossen norvegia

Quella che ci ha colpito più di tutte è stata la cascata di Vøringfossen, anche per il suo singolare connubio con l’hotel che sorge in questa location, il Fossli Hotel.

Fossli Hotel e Vøringfossen: un connubio indossolubile.

Situata nella regione dell’Hardangerfjord, tra Oslo e Bergen, quindi nel sud del paese, Vøringsfossen è probabilmente la cascata più conosciuta della Norvegia. Con il suo salto totale di 182 metri cade dall’altopiano di Handargervidda fin nella stretta valle di Måbødalen, che si collega all’Edfjord, un braccio del fiordo principale Hardangerfjord.

Vøringsfossen si può ammirare da diversi punti di di vista, il primo dei quali è proprio lo spiazzo davanti all’albergo, e la terrazza panoramica con diversi camminamenti che è stata creata sul luogo, per permettere alle persone di visitare il luogo in sicurezza. Sotto c’è infatti un bel dirupo!

Il secondo modo di vedere la cascata è dal basso, percorrendo la stretta valle ai piedi dell’altipiano. C’è anche un sentiero che scende dall’Hotel Fossli, ma non l’abbiamo percorso, per entrambi i sentieri erano necessarie le scarpe da trekking (come per la maggior parte delle escursioni in Norvegia).

Fotografare bene la cascata non è stato facile, dalla terrazza panoramica la si vede soltanto dall’alto in basso, ed il pomeriggio è in ombra; l’altezza notevole inoltre a me dava le vertigini, nonostante le protezioni dei camminamenti.

hotel fossli norvegia

La mattina seguente abbiamo cercato di vederla da un altro punto panoramico, dalla parte opposta rispetto all’hotel, nelle inquadrature sono riusciti ad entrare principalmente la foschia e gli alti spruzzi dell’acqua, ma s’intravede la sagoma rossa dell’Hotel in cima al dirupo.

La storia dell’Hotel Fossli.

Il Fossli è un hotel storico della Norvegia, costruito alla fine del 19esimo secolo proprio sul dirupo di Vøringsfossen, tra il 1879 ed il 1891, quando un certo signor Ola Garen acquistò il terreno con l’idea di costruire un albergo. Era il periodo storico in cui la Norvegia stava sperimentando il suo primo boom turistico.

fossli hotel norvegia
Hotel Fossli

Che c’è di eccezionale, direte voi. Beh dovete sapere che qui a quei tempi non c’era nulla, soltanto un pascolo ed un rifugio per le pecore e un sentiero che saliva su per la stretta valle di Måbødalen fino all’altopiano da cui si getta la cascata, non come oggi che arrivano pullman stracarichi di turisti.

Ma il signor Garen era un sognatore e quindi anche se non esisteva una strada percorribile da dei mezzi, i materiali per la costruzione dell’albergo se li portò su lui lungo il sentiero, con l’aiuto dei cavalli e di alcune altre persone.

Ci vollero molti anni per terminare i lavori, e l’albergo finalmente venne ufficialmente inaugurato nell’agosto del 1891. Durante la sua prima stagione ebbe 66 ospiti, tra cui il compositore e pianista Edvard Grieg. Il suo pianoforte è ancora lì, nella sala da pranzo del ristorante, così come altri cimeli di quell’epoca. Grieg inoltre non fu l’unico personaggio illustre a passare di qua, attratto dall’esclusività dell’esperienza.

La prima vera e propria strada per raggiungere la cima della cascata poi venne costruita soltanto molti anni dopo, e da allora l’hotel è rimasto proprietà sempre della stessa famiglia, ormai da 4 generazioni.

voringsfossen norvegia

All’Hotel Fossli si dorme, si mangia al ristorante, e si prende un caffè sulla terrazza, tutto con in sottofondo il fragore della cascata.

Di giorno c’è un gran viavai per via dei pullman di turisti, ma verso le 18 quando se ne sono andati tutti, è allora che – rimasti solo i pochi ospiti dell’hotel – l’atmosfera diventa magica, solo voi e la cascata. Le tante ore di luce estive permettono di fare una passeggiata solitaria sulle passerelle di Vøringsfossen, anche alle 11 di sera quando tramonta il sole. E di andare a dormire con un unico pensiero; come sarà la cascata domattina? Io ero indecisa se mettere i tappi per le orecchie per non sentire il “rumore” oppure no, e nel mentre che cercavo di prendere questa decisione.. mi sono addormentata.

Gli interni dell’hotel sono mantenuti volutamente un po’ datati, anche se la struttura è stata rinnovata ed ampliata più volte: le stanze sono in totale 21, la nostra era un pò piccola, ma confortvole, i letti comodi. Tutta in legno con anche un minuscolo balconcino. La struttura dispone anche di un ristorante, una caffeteria, un negozio di souvenir ed una sala convegni.

Anche se non siete ospiti dell’hotel, ma soltanto della caffeteria o del ristorante, potete osservare le stanze d’epoca ed i cimeli. Il ristorante ha una vista fantastica ed ha soffitti alti e pareti affrescate, è stato un piacere mangiare lì. Noi abbiamo fatto cena e prima colazione, era tutto squisito ed il personale estremamente gentile.

É stata una vera e propria esperienza stare qui, anche per una notte sola, invece di fare toccata e fuga ed andare via, magari alla ricerca di qualcosa di più economico. Ne è valsa la pena di conoscere e far parte anche se solo per poche ore della storia di questo luogo.

Informazioni pratiche.

L’Hotel Fossli è aperto soltanto da maggio a metà settembre. Io ho prenotato molto tempo prima, vista l’alta stagione (luglio) e le poche stanze della struttura. Il costo della camera doppia con colazione è stato di 155 euro, lo trovate qui su Booking.com, con la possibilità della cancellazione gratuita fino a pochi giorni prima del soggiorno. L’hotel ha anche un suo sito web – www.fossli-hotel.com – potete provare a scrivere una mail per vedere di ottenere un prezzo migliore, ma vi assicuro che ne vale la pena comunque.

Se volete percorrere il sentiero della valle per osservare la cascata dal basso consultate questo sito dove troverete maggiori informazioni, è un sentiero breve ma abbastanza impegnativo, come mostrato anche in questo video:

Potrebbero interessarti anche: