MessicoSpiagge

10 belle spiagge di libero accesso (o quasi) sulla Riviera Maya in Messico

Andare in spiaggia nella Riviera Maya della penisola dello Yucatan non è cosa così semplice, alcune sono private, altre pubbliche ma si paga l’accesso, altre non si riesce a trovare l’accesso, altre ancora sono libere e non vi romperà le scatole nessuno, ma magari non si sa dove lasciare la macchina. Insomma, non è come in altre località dei Caraibi dove arrivi, parcheggi e vai in spiaggia e basta, come per esempio in Guadalupa.

In questo articolo quindi vi segnalo, da nord a sud, una decina di spiagge della Riviera Maya alle quali potrete accedere senza particolari problemi se state girando la penisola dello Yucatan in autonomia con un’auto a noleggio, invece di passare tutto il tempo sempre nella stessa spiaggia di un resort. Perché andarci (o perché evitarle), come raggiungerle.

1 -Playa Norte, Isla Mujeres

Iniziamo da una delle più belle di tutte, Playa Norte. Se avete in mente spiaggia bianca e mare cristallino, è qua che dovete venire. Il mare è calmo, si può nuotare benissimo. L’unico problema è il sovraffollamento, la spiaggia è interamente occupata da sdraio, ombrelloni e beach club, non c’è quasi nemmeno lo spazio per fare una passeggiata, le sdraio arrivano fin dentro l’acqua. Questa spiaggia ha anche il vantaggio di essere immune dal sargasso quando invece quasi tutte le altre spiagge della Riviera Maya ne sono invase.

Come arrivare: da Cancun ci si può imbarcare in vari punti, a Punta Sam, a Puerto Juarez e nella zona hotelera con Ultramar, e a Playa Linda (dove stavamo noi) con Xcaret Sailing; la corsa in traghetto dura circa mezz’ora e dal porto in 15 minuti a piedi si è alla spiaggia. Qui potete scegliere il beach club che preferite oppure mettervi sdraiati col vostro telo, ma lo spazio a disposizione è veramente poco. Per un piccolo tratto di spiaggia libera vi consiglio di spostarvi verso la laguna di fronte all’hotel Mia Reef.

Pro e contro: spiaggia molto bella e adatta al nuoto ma troppo affollata. Se venite presto la mattina potreste riuscire a godervela in santa pace, alle 10 ancora non c’era quasi nessuno, la maggior parte dei visitatori di giornata arriva coi traghetti delle 11 e delle 12, il primo traghetto in genere è alle 9, quindi il modo migliore per godersela secondo me è soggiornare sull’isola.

2 – Playa Linda, Cancun

É la piccola spiaggia del condo dove abbiamo soggiornato noi per qualche giorno, all’inizio del nostro secondo viaggio in Messico del dicembre 2023. Nulla di paragonabile a Playa Delfines, ma a noi è piaciuta molto, pulita ben tenuta e con un tratto di mare davanti dove si poteva nuotare. I lettini e ombrelloni in spiaggia sono privati del condo Bellamar, ma la spiaggia è di libero accesso, potete mettervi con il vostro telo. Parecchia gente con tanto di fotografo al seguito veniva a farsi le foto lì, incredibile ma vero, forse anche perché l’adiacente Playa Tortugas era veramente bruttina, con pochissima spiaggia e mal tenuta, nonostante ci fossero i resort.

Come arrivare: si trova di fianco all’imbarcadero Xcaret per Isla Mujeres

Pro e contro: spiaggia piccola ma molto carina e rilassante, pulita; un po’ di rumore dovuto alla presenza dei traghetti.

3 – Playa Delfines, Cancun

Spiaggia pubblica, ampia, libera e fantastica, spesso ventosa e con onde, si trova nel sud della zona hotelera di Cancun. In spiaggia trovate ombrelloni free, servizio bagnino e docce/servizi igienici.

playa delfines cancun

Come arrivare: è una delle poche spiagge di Cancun – forse l’unica – dove è facile parcheggiare, anche se i posti sono pochi, altrimenti potete sempre venire qua col bus o taxi. Per trovare il punto di accesso lungo il boulevard Kukulcan cercate la scritta colorata “Cancun” dove tutti si fanno la foto (c’era la fila, giuro).

Pro e contro: spiaggia bellissima e libera, ma a volte con onde e vento che rendono difficile il nuoto. Non ci sono posti in cui mangiare.

4 – Playa publica, Puerto Morelos

Bella ed ampia spiaggia libera con tanto spazio, è possibile partire dalla spiaggia con imbarcazioni per fare snorkeling poichè la barriera corallina è molto vicina. Abbondanti locali, ristoranti e beach club sulla spiaggia, noi abbiamo mangiato bene al Don Ernestos.

puerto morelos playa

Come arrivare a Puerto Morelos: è la spiaggia libera a ridosso del paese, quindi bisogna seguire le indicazioni per la località stessa, svoltando in Calle Morelos dalla Carretera Cancun-Tulum. Se arrivate abbastanza presto la mattina (prima delle 10-11, qua mica sono mattinieri, alle 10 non aveva ancora aperto neanche il beach club) dovreste riuscire a trovare parcheggio in una delle strade laterali, come abbiamo fatto noi.

Pro e contro: molto spazio libero ma poca ombra, nessuno ti rompe le scatole .

5 – Xpu-ha

Bella spiaggia bordata di palme, con arenile ampio ed accesso a pagamento, ci sono alcuni hotel e beach club, ma non occupano tutto lo spazio, c’è posto per tutti. Noi ci siamo sdraiati con il nostro telo ed ombrellino.

Come arrivare: si trova fra Playa del Carmen ed Akumal ed è ben segnalata sulla strada principale.

Pro e contro: spiaggia libera ma accesso a pagamento (100 pesos per vettura).

6 – Spiaggia pubblica di Playa del Carmen e Playacar

Si tratta delle due belle spiagge di Playa del Carmen, la prima pubblica e la seconda privata dell’omonima area residenziale, ma di libero accesso pedonale, separate nel mezzo dall’imbarcadero del ferry per Cozumel e dal Parque Los Fundadores. In zona trovate anche le piccole ma interessanti rovine di Xaman Ha ed il Portale Maya.

playa del carmen messico portale may
Scultura del Portale Maya sulla spiaggia di Playa del Carmen

Come arrivare: a piedi se soggiornate a Playa del Carmen, come noi che stavamo al El Taj Oceanfront Condo, altrimenti parcheggiare qui in zona secondo me è un problema… ci sono alcune piccole aree di parcheggio tra la 10a e la 5a Avenida, controllate su google maps.

7 – La spiaggia delle tartarughe di Akumal

La famosa spiaggia delle tartarughe è la spiaggia principale di Akumal; l’accesso è a pagamento, anche lo snorkeling guidato nella baia per vedere le tartarughe lo è, pure i lettini e gli ombrelloni. A proposito: anche se vi diranno il contrario, le tartarughe si possono vedere anche senza snorkeling guidato, a metà pomeriggio quando la maggior parte dei turisti di giornata se n’è andata, sono loro a venire vicinissime a riva.. uno spettacolo! ho fatto uno snorkeling di 40 minuti io da sola con 3-4 esemplari, tutta la gente in spiaggia non si era minimamente accorta che fosserò lì, praticamente a riva. C’è un ottimo ristorante in spiaggia dove pranzare, il Lol-ha.

Come arrivare: il posto è ben segnalato rispetto alla strada principale e c’è un ampio parcheggio.

Pro e contro: qua si paga anche l’aria che respiri ma direi che per 1 giorno ne vale la pena, io uno snorkeling così con delle tartarughe non l’avevo mai fatto!

8 – Xcacel

Spiaggia totalmente naturale ed incontaminata in un contesto di riserva protetta, una rarità sulla Riviera Maya, orlata da vegetazione lussureggiante, è una riserva di nidificazione per le tartarughe quindi ci sono regole da seguire per accedere. Ci sono rocce e per trovare un punto dove fare snorkeling o nuotare conviene spostarsi un po’ rispetto all’accesso principale. Quando l’abbiamo vista noi nel 2018 purtroppo era piena di sargasso, vi auguro di riuscire a vederla pulita perché ne vale la pena.

Come arrivare: l’accesso si trova di fronte al villaggio di Chan Chemuyil, tra Akumal e Tulum, il principale vantaggio di questo posto è che sarete molto probabilmente da soli su una spiaggia deserta e naturale.

9 – Playa Pescadores, Tulum

Bella spiaggia pubblica a Tulum, situata fuori dal centro abitato e a poca distanza dalle rovine archeologiche, di sabbia bianca e fine. Qualche ristorantino e beach club sulla spiaggia ma molto spazio per tutti. Mare turchese spesso mosso con onde.

Come arrivare: si raggiunge tramite il proseguimento della stessa strada che porta al sito archeologico, è una stradina a senso unico. Se avete appena visitato le rovine di Tulum, potete lasciare l’auto al parcheggio ed andare a piedi, saranno circa 15 minuti per arrivare all’inizio della spiaggia, oppure utilizzando l’auto si parcheggia dove possibile in una delle stradine laterali che accedono alla spiaggia.

10 – Mahahual beach

Questa spiaggia non si trova proprio sulla cosiddetta Riviera Maya perché è situata molto più a sud di Tulum, oltre la riserva della biosfera di Siaan Kaan, a circa 5 ore di auto da Cancun. Il posto in sè è bellissimo, con una bassa laguna per fare snorkeling, ed è adiacente all’omonimo (ex) paese di pescatori. Se decidete di arrivare fino a qua è inndispensabile pernottare in zona almeno una notte perchè si tratta di una zona molto fuori mano. Per saperne di più di Mahahual leggi l’articolo dedicato.

Come arrivare: dopo Tulum proseguite in direzione di Chetumal, oltrepassata la città di Carrillo Puerto troverete le indicazioni per Mahahual. Ci sono circa 60 km di rettilineo in mezzo al nulla da fare rispetto alla strada principale Cancun-Chetumal, una volta in paese é possibile parcheggiare sulla strada che lo percorre per intero, a ridosso delle strutture e degli alberghi.

Pro e contro: la spiaggia e la località in sè sono molto belle, ma è stato tutto rovinato dopo la costruzione del molo delle navi da crociera che ogni giorno scarica in paese almeno 2 navi piene di turisti. Difficile trovare un punto di libero accesso alla spiaggia occupata dai beach club senza che nessuno vi rompa le scatole. É il posto ideale se volete fare snorkeling.

Cosa ne pensi? dicci la tua

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.